Ricordi e riflessioni - Che nostalgia la scuola!!!
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Istuzione superiore Aldo Moro su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Ricordi e riflessioni

    Che nostalgia la scuola!!!

    Mi ritrovo a scrivere un testo, forse l’ultimo dell’anno, da casa e non a scuola, su un cellulare e non su un foglio. Non avrei mai immaginato di passare l’ultimo anno di scuola così. Ci siamo ritrovati da un giorno all’altro a non dover andare più a scuola, proprio quest'anno che noi che abbiamo la maturità dovevamo essere seguiti più che mai. È vero che la scuola a tanti non piace, ma l'ultimo anno è l'ultimo che potevamo passare insieme ai nostri compagni. In quelle 5 ore al giorno capitavano più cose che in tutte le ore delle mie giornate. Ricordo ancora quella strana sensazione il primo giorno che sono entrata nella nuova scuola, mi sentivo disorientata e a volte così sola, perché per me i primi due anni non sono stati rose e fiori. Ero piccola e non avevo chissà quale autostima e ogni piccolo commento negativo mi buttava a terra. Purtroppo nella classe, dei primi due anni, c'erano pochi compagni che mi piacevano, il resto pensavano solo a far ridere gli altri, non preoccupandosi di cosa potesse provare la vittima, che a volte ero anche io. Mi trovavo in difficoltà, era il periodo che mia madre non stava bene e io stavo sempre un po’ giù, parlavo poco perché i pensieri nella mia testa facevano troppo rumore, non avevo voglia di ridere e scherzare. Ma i miei compagni non pensavano a cosa ci potesse essere dietro a questo mio comportamento e mi prendevano in giro, per quanto non li ascoltassi o cercavo di passarci sopra, a una certa età abbiamo i nostri complessi e come ho detto non avevo una grande stima di me stessa. In pratica aspettavo che il tempo passasse, nell'estate del secondo anno è venuta a mancare mia madre e questa cosa mi ha cambiato tantissimo, ho capito tante cose, soprattutto che oggi ci siamo e domani no, quindi non potevo passare la vita a pensare agli altri, dovevo pensare alla mia vita e come viverla al meglio, e così ho fatto. Ho preso quella svolta che aspettavo da tempo e per questo devo dire grazie anche ad alcuni compagni, che mi hanno fatto capire che ci sono persone che non vale la pena nemmeno ascoltare. Fortunatamente, al terzo anno, scegliendo l'indirizzo di Sala, ho avuto anche una nuova classe e non mi potevano capitare compagni migliori, ho conosciuto varie persone che non dimenticherò mai, tra cui il mio attuale fidanzato. Non conoscevo nessuno, ma è stato subito come chissà da quanto ci conoscessimo, non ho mai avuto nessun tipo di problema con nessuno, ci siamo sempre aiutati, mai avuto niente di male da dire su nessuno. Dal terzo anno ad oggi, a parte qualche bocciato e qualcuno che si è aggiunto, i compagni sono stati gli stessi e in tre anni si può solo immaginare quante ne abbiamo passate. Abbiamo fatto qualche guaio e spesso casino, ma sono soprattutto queste le cose che rimangono, i momenti passati insieme, belli e brutti, le note, le sgridare dai vari professori, le foto di classe, le settimane alternative, le uscite senza permesso quasi sempre accompagnate dalla nota disciplinare, i compiti in classe che tutti temevamo, le interrogazioni, le gite, i ritardi, l'entrata alla seconda ora, i brutti voti, ma soprattutto quelli belli che nemmeno ci aspettavamo a volte, i film in aula magna, l'ora di educazione fisica che aspettavamo così tanto, la confidenza che si era creata con alcuni collaboratori scolastici, come con alcuni professori, le ore di pratica, le amicizie nate tra i banchi. Gli anni di scuola vanno di pari passo con gli anni più belli di un'adolescente e per questo credo che tra alti e bassi non ce ne potremo mai dimenticare anche perché a parte quello che insegna, si impara anche a crescere, a maturare, un po’ a vivere e capire com'è fatta la vita e le persone. Non credevo che l'avrei mai detto, ma devo tanto alla scuola, un diploma che mi permetterà di lavorare; tutto quello che mi hanno insegnato i professori, che è vero non sempre ho studiato, ma alcune cose le ho imparate proprio a scuola e mi sono rimaste in mente; aver conosciuto alcune persone fantastiche tra compagni, professori e collaboratori; tutto quello che non dimenticherò mai di questi anni che avrei voluto concludere diversamente, ma è andata così e sicuramente non potremo mai dimenticare questo periodo così brutto, quindi cerco di vederlo come un evento che ci ricorderà ancora di più l'anno della maturità. 

    di Marika Orlacchio


    Parole chiave:

    marika orlacchio

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi